Dati Variabili

File di stampa

Per il file grafico di stampa, impostare e allegare due file:

Print.pdf Senza l'esempio del dato variabile inserito.

Example.pdf Dove è presente sia la grafica del “Layout” che la posizione e la graficizzazione del dato variabile inserito.

File dato variabile

Per la generazione del file CSV con i dati variabili, seguire la specifica indicazione che trovate qui di seguito:



Testo Variabile Esempio

VARIABILE ALFANUMERICO

Inviare i codici alfanumerici in un file CSV (possibilmente inserendo la voce TAB come separatore di campo durante il salvataggio) inserendo i codici in colonna A, indicando in riga 1 il tipo di codice (ad esempio: “password” “coupon”, ecc... ).


Barcode Esempio

VARIABILE BARCODE

La generazione dell’immagine Barcode è a nostra cura.
Fornire un file CSV (possibilmente inserendo la voce TAB come separatore di campo durante il salvataggio) inserendo i codici in colonna A, indicando in riga 1 il tipo di codice e la sua codifica (ad esempio: “Barcode EAN13”, ecc...).

IMPORTANTE Controllate che la lunghezza dei codici forniti sia quella giusta rispetto al tipo di codifica che si vuole ottenere. Per esempio se si vuole un Barcode EAN13 i codici dovranno avere 13 cifre. A questo link potete approfondire i tipi di codifica Barcode disponibili.

IMPORTANTE Per non compromettere la leggibilità il colore del barcode deve essere nero su fondo bianco.


QrCode Esempio

VARIABILE QRCODE

La generazione dell'immagine QRCode è a nostra cura.
Fornire un file CSV (possibilmente inserendo la voce TAB come separatore di campo durante il salvataggio) inserendo la stringa (solitamente un link o una stringa di testo) in colonna A, indicando in riga 1 il tipo di codice e la sua codifica (ad esempio: “Barcode EAN13”, ecc...).

IMPORTANTE Per non compromettere la leggibilità il colore del QRCode deve essere nero su fondo bianco.


Indirizzario Esempio

VARIABILE INDIRIZZARI

Per la generazione di un mailing cartaceo si prega di generare un file CSV (possibilmente inserendo la voce TAB come separatore di campo durante il salvataggio) inserendo i dati che si vogliono stampare nelle varie colonne (A,B,C) e indicando in riga 1 cosa rappresentano (Nome, Indirizzo, Cap, ecc...), come potete vedere in allegato.

IMPORTANTE Molto importante nel salvataggio specificare come Separatore di campo la voce {TAB} e non il carattere virgola poiché eventuali virgole presenti negli indirizzi potrebbero suddividere in maniera errata le informazioni in stampa.


Numerazione Esempio

VARIABILE NUMERAZIONE

La generazione della numerazione sequenziale è a nostra cura.
Basta inserire nel campo Note durante il caricamento dei file di stampa il numero di partenza (es. 1001 oppure 1) e il numero di arrivo (es. 1100 oppure 100).
Nel caso di una numerazione "non" sequenziale si prega di allegare un file CSV (possibilmente inserendo la voce TAB come separatore di campo durante il salvataggio) inserendo i numeri in colonna A, indicando in riga 1 la voce "Numerazione".


IMPORTANTE
Quando lavorate i vostri file ricordate di impostare il formato celle come "Testo" come vedete nello schermate qui a fianco: È importante al fine di riprodurre correttamente i valori numerici che cominciano con il numero zero, altrimenti lo stesso verrebbe eliminato di default dal programma.

FORMATO CELLE
ALFANUMERICO

ATTENZIONE
Come per tutte le lavorazioni, anche gli stampati con dati variabili prevedono una tolleranza di produzione. Ove possibile comunicheremo gli stampati errati per l’annullamento.

Bleed 7 - We Print You

Consulta il numero 7 del nostro magazine Bleed. Tra dati variabili, indirizzari, carte fedeltà e codici alfanumerici scoprirete come la stampa può giocare un ruolo fondamentale per ottenere ottimi risultati per strategie di fidelizzazione.

Leggi ora